CREARE UN PROPRIO SERVER PER IL VIDEO STREAMING

Durante una manifestazione organizzata nel mio Istituto è nata l’esigenza di fare uno streaming che trasmettesse le immagini video delle riprese fatte da un drone.  Poiché  il collegamento ad Internet dell’Istituto non era molto performante, rendendo così impossibile indirizzare una live verso facebook, youtube o altri server, ho deciso di creare un server in grado di gestire il protocollo RTMP (Real Time Messaging Protocol)  che permettesse lo streaming  in locale.

Di seguito la soluzione e gli strumenti utilizzati:

La prima scelta è stata quella di utilizzare Virtualbox (un software di virtualizzazione in grado di creare delle macchine virtuali sulle quali far girare il sistema operativo che preferiamo).

Per installare Virtualbox è sufficiente fare il download dell’applicazione dal sito https://www.virtualbox.org/ e procedere all’installazione.

Dopo aver installato Virtualbox, ho scaricato una iso di ubuntu server dal sito https://www.ubuntu-it.org/ .

A questo punto ho avviato virtualbox e dopo aver cliccato sul pulsante “Nuova”, ho proceduto alla creazione di una macchina in cui girasse il server linux ubuntu.

Come impostazioni della scheda di rete virtuale del server ho utilizzato quelle mostrate dall’immagine che segue. Inoltre ho assegnato alla scheda di rete, durante l’installazione di ubuntu, ma lo si può fare anche dopo, un  ip statico appartenente alla mia sottorere (nel mio caso 192.168.1.233).

Avviata la macchina virtuale, dopo essermi autenticato, ho proceduto all’installazione del server web Nginx e delle librerie necessarie per supportare il protocollo RTMP, di seguito i comandi utilizzati:

sudo apt update

(comando per aggiornare la lista dei pacchetti disponibili nei repository elencati nel file /etc/apt/sources.list)

sudo apt install nginx

(comando per installare il web server Nginx)

sudo add-apt-repository universe

(comando per aggiungere al file /etc/apt/sources.list  i repositories universe in cui si trovano pacchetti necessari per il nostro scopo)

sudo apt update

(aggiorniamo ancora la lista dei pacchetti)

sudo apt install libnginx-mod-rtmp

(installiamo la libreria che contiene il modulo per gestire il protocollo rtmp)

Procediamo ora a configurare adeguatamente il nostro server, quindi editiamo, utilizzando  un editor a nostra scelta (io ho usato nano) ,  il file di configurazione di Nginx mediante il comando

sudo nano /etc/nginx/nginx.conf

Posizioniamoci alla fine del file e aggiungiamo le righe seguenti:

rtmp {
        server {
                listen 1935;
                chunk_size 4096;

                application live {
                        live on;
                        record off;
                }
        }
}

Prestare Particolare attenzione alla riga application  live, perché live farà parte dell’URL associata allo streaming.

Riavviare ora il server Nginx, affinché possa riconoscere i cambiamenti di configurazione fatti, utilizzando il comando seguente:

sudo systemctl restart nginx

A questo punto il nostro server è in grado di accettare lo streaming, ma ora ci serve un software di streaming, io ho scelto OBS (Open Broadcast Studio), potete scaricarlo a questo indirizzo https://obsproject.com/.

Avviamolo e clicchiamo in basso a destra su impostazioni, poi sulla nuova finestra clicchiamo su Dirette, il pulsante si trova nella parte sinistra, a questo punto nella pagina centrale effettuiamo le scelte seguenti:

Servizio:  Personalizzato

Server: rtmp://192.168.1.233/live  ( al posto di 192.168.1.233 occorre inserire l’ip che ciascuno di noi ha assegnato al server ubuntu )

Codice delle dirette: quello che si desidera, per esempio  francesco

Confermiamo  il tutto, prepariamo con obs la nostra diretta e avviamola.

Ora per vedere la diretta, da qualunque postazione in rete, è sufficiente avviare il lettore multimediale VLC, che è possibile scaricare da https://www.videolan.org/, cliccare su Media>apri flusso di rete e digitare l’url  rtmp://indirizzo_server_installato/live/codice_diretta , nel mio caso rtmp://192.168.1.233/live/francesco  

Lo streaming a questo punto sarà fruibile dalla nostra rete locale.


Video Guida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *